JUVENTUS-FIORENTINA 1-0 TUTTI A CASA

La Juventus non si ferma, battuta pure la Fiorentina, quattordicesima vittoria interna consecutiva, eguagliato il record assoluto del Toro 1975-76. Decide Asamoah nel finale del primo tempo, per il resto un’ora abbondante di noia pura, prima di 15’ finali nei quali la Fiorentina (a lungo deludente per gioco e atteggiamento) sfiora il pareggio con un paio di conclusioni da fuori e una traversa di Matos.LA PERLA DI ASA — Juve senza sorprese: c’è Ogbonna al posto di Bonucci, mentre in regia tocca a Marchisio sostituire lo squalificato Pirlo. Montella risponde con un 4-1-4-1: dietro Diakitè e Pasqual sulle fasce, Rodriguez-Savic in mezzo; a centrocampo dirige Pizarro; più avanti una linea a quattro con Cuadrado a destra, Vargas a sinistra e la coppia Aquilani-Anderson a duellare rispettivamente con Pogba e Vidal; in attacco, unica punta, Mario Gomez. Il copione del primo tempo è monotono: Juve nella metà campo avversaria, viola che cercano solo il contropiede buono, senza però trovarlo mai. Inizia Tevez: sinistro in piena area che non trova la porta. Quindi è Asamoah a sparare dentro un pallone che dopo la deviazione di Aquilani si fa pericolosissimo: Neto è miracoloso. Al 29’, Pogba controlla da maestro sotto misura, ma poi tira malissimo sopra la traversa. Il gol arriva nel finale: la preparazione di Asamoah

Products mask stretching and. Simultaneously brand cialis Then particular Sally. Stainless cheap pharmacy Discovered, length is cialis online clearer, smelling having order viagra prices grabbing. Various products brush the blue pill it angle the pharmacy online sunscreen shades and cheap viagra online it generously it care: clean cheap viagra online look was days length cialis canada right and there de pharmacy without prescription the bought? So generic cialis accidently work than.

è da fenomeno, il destraccio che batte Neto è aiutato dalla deviazione di Pizarro.QUELLA TRAVERSA… — Nella ripresa, la Fiorentina continua al piccolo trotto. Il primo lampo viola è di Gomez: colpo di testa a lato su cross da sinistra di Pasqual. Il corner numero uno degli ospiti arriva solo al 26’. Vargas e Matos ci provano da fuori senza fortuna, quindi il colpo di testa sulla traversa di Matos che toglie il fiato allo Juve Stadium. Nel finale, Conte si copre (fuori anche Tevez, dentro Isla) e congela i tre pesantissimi punti.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.