Chiellini: «Il 3-0 con la Roma il momento più bello»

TORINO – Chiellini è stato protagonista questa mattina del secondo appuntamento con la “Colazione col Campione”, organizzato dalla Balocco. “Sicuramente questa è più rilassata rispetto alla chiacchierata di febbraio” quando la Juventus era in piena lotta per il titolo, ha detto il difensore della Juve. I quattro tifosi bianconeri vincitori del concorso “Balocco ti invita alla colazione col Campione” lo hanno intervistato tra un biscotto e l’altro. “Lo scudetto era un nostro grande obiettivo di inizio stagione – ha detto Chiellini -. Era difficile ma ci tenevamo tanto: riuscire a vincere una stagione così esaltante con numeri da record, e speriamo di tagliare altri traguardi, da qui alla fine, dà una grande soddisfazione”.

LOTTA SCUDETTO – La lotta non è stata così semplice come può sembrare: “Siamo stati bravi a non crederlo troppo presto. Ce lo avevano assegnato uno o forse due mesi fa, ma sapevamo che la Roma poteva vincerle ancora tutte. Fondamentale forse è stato il passaggio di Genova, con il gol all’ultimo minuto di Pirlo, e forse anche quella di Udine, una delle ultime occasioni in cui i nostri avversari speravano potessimo perdere punti”.

VITTORIA CON LA ROMA – Qual è stato il momento più bello della stagione? “La vittoria con la Roma: erano a 5 punti e non avevano mai perso, erano convinti di venire a Torino a fare punti ed è finita invece con un risultato schiacciante. L’abbiamo voluta a tutti i costi”.

LA PARTITA INDIMENTICABILE – La gara indimenticabile delle oltre 300 giocate con la maglia della Juve? “Se dovessi sceglierne una, direi la vittoria a Madrid nell’anno di Ranieri, quando all’andata e al ritorno abbiamo vinto due volte». Alla pari c’è la vittoria contro il Cagliari a Trieste, «a coronamento di una stagione di imbattuti: neanche i sognatori potevano sperare in un campionato così all’inizio di quella stagione”.

UNIVERSITA’ – Sono arrivate ovviamente le domande “da universitari a universitario”, visto che la roccia della Juventus è impegnato anche sul fronte accademico. “I momenti in cui studio meglio sono quelli del ritiro”, ha risposto a chi gli chiedeva un suggerimento su come conciliare gli impegni sportivi con quelli di studio. “Rimane un modo per svagarmi e non pensare alle partite. Lo vivo come un hobby lo faccio con i miei tempi e senza fretta, è una soddisfazione e una sfida con me stesso”.

MONDIALE – Il prossimo obiettivo è il Mondiale: “Conoscerci aiuta: in campo a volte non hai neanche bisogno di guardare il tuo compagno, sai già dove sono. Io Andrea e Leo ci conosciamo davvero a memoria, può essere vantaggio e un aiuto per Prandelli”.

IL GOL PIU’ BELLO – Un difensore che segna anche spesso. Qual è il suo gol più bello: “contro il Torino fu un gol particolare: era decisivo, mancavano meno di dieci minuti. Un’altra rete importante è stata quella con il Napoli, con cui ho segnato tanto: lì hanno capito che non ci avrebbero più ripreso. Quello più strano forse è stato in contropiede, in Supercoppa. Ma personalmente preferisco salvarli i gol, non farli”.

LA CONCENTRAZIONE – Come trova la concentrazione prima delle partite? “Comincio a ripassare dentro di me le situazioni che mi aspetteranno, i movimenti da fare e degli attaccanti che ti possono mettere in difficoltà. Poi quando sei in campo aspetti il via, ti isoli completamente e poi inizia.. e spesso non ti rendi neanche conto di cori, coreografia e striscioni. La concentrazione è fondamentale, e ogni persona la trova a modo suo. In pullman ascolto sempre della musica e quando arrivo in spogliatoio mi piace cominciare a confrontarmi con gli altri, ripassare la partita con gli altri. È il mio modo di entrare nel match. Tanti compagni invece stanno con le cuffie negli spogliatoi e si isolano. È un po’ come all’università: manca solo il libro ma alla fine è lo stesso, cerchiamo di prepararci sempre al massimo“.TuttoSport

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *