Iturbe col turbo, lo scatto Juve

TORINO – Juan Manuel Iturbe vive di strappi e dribbling. Uno scatto importante è atteso nelle prossime ore: ieri gli agenti sudamericani del gioiellino del Verona sono sbarcati in Italia con l’obiettivo di dare una accelerata alle trattative. Juventus e Milan si preparano a battagliare per il 21enne esterno argentino, pezzo pregiato della gioielleria veronese. Riscattato dal Porto per 15 milioni di euro, adesso il ds Sean Sogliano vorrebbe incassare quasi il doppio. Marotta e Paratici hanno racimolato una quindicina di milioni dalle cessioni delle metà di Immobile (passato al Dortmund via Toro) e Zaza (al Sassuolo) e in teoria hanno a disposizione le armi economiche per giocare d’anticipo. Galliani, invece, deve ancora snellire l’organico di alcuni ingaggi pesanti (Kaká e Robinho in primis), ma non molla la presa. I due binari sono caldi e la corsia di sorpasso rovente.

TASSOTTI INSISTE – Se Toni ha svelato alcuni retroscena gustosi sul compagno («Iturbe mi ha chiesto dell’ambiente juventino e di Conte»), ieri Mauro Tassotti, vice di Filippo Inzaghi, ha ribadito il gradimento rossonero: «Iturbe è un buon giocatore che si imporrebbe in tutte le squadre, a Verona ha fatto molto bene e andrebbe benissimo per chi vuole giocare con gli attaccanti larghi sugli esterni».

CARTA CHAMPIONS – Tanto la Juve quanto il Milan stanno cercando di limare il prezzo lavorando sulle contropartite tecniche. I bianconeri hanno proposto i vari Quagliarella, Padoin e Marrone, mentre i rossoneri hanno risposto con Saponara. Se Marotta ha un piede davanti a quello di Galliani, è soprattutto per il fattore Champions. Iturbe non è categorico, però ha detto al suo entourage di privilegiare la massima vetrina europea. Alla Juve sarebbe accontentato, al Milan dovrebbe attendere almeno una stagione.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *