Calciomercato: La Juve per Guarin detta le condizioni

TORINO – Avanti senza fretta, per ciò che riguarda l’operazione Fredy Guarin. Ma con la consapevolezza, da parte della Juventus, di poter contare su una posizione quasi di forza. Di sicuro da privilegiata rispetto alla concorrenza e fors’anche rispetto alla stessa Inter. Quell’affare già praticamente definito a gennaio scorso e sfumato in extremis ad armadietti già svuotati (Guarin, appunto, in cambio di Mirko Vucinic) ha infatti lasciato in dote un particolare feeling tra il club bianconero ed il centrocampista che ora rappresenta un clamoroso atout a disposizione dell’ad bianconero Beppe Marotta. C’è, insomma, una intesa di massima già trovata con il giocatore e ora è sufficiente attendere che l’Inter… capitoli.

Tour europeo – Già, capitoli. Perché i nerazzurri sono in un certo senso “ostaggio” del loro centrocampista. Hanno bisogno di cederlo per racimolare nuova linfa economica da investire sul mercato, nonché per ridurre il monte ingaggi. Insomma, finché non lo vendono, fanno fatica a dare il la alle operazioni in entrata. E non è un caso, dunque, che il direttore tecnico Piero Auslio in questi giorni abbia insistentemente provato ad individuare potenziali acquirenti, per lo più all’estero. Emblematico, in questo senso, il summit avvenuto a Madrid con i vertici dell’Atletico: Guarin in cambio di Mario Suarez. Nulla da fare visto che se è vero che il colombiano gode del gradimento del tecnico Diego Simeone, è anche vero che il suo ingaggio è tutt’altro che gradito ai vertici socetari (in casa dei “colchoneros” certe somme sono destinate soltanto ai big di primissimo livello). Fumata nera anche con il Chelsea e pure i timidi tentativi di approccio effettuati con il Valencia, con il Tottenham e persino con il Barcellona non hanno fruttato gli esiti sperati.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *