Vidal è un enigma, ma l’agente non tratta

TORINO – Arturo Vidal non si tira mai indietro davanti a foto e autografi. Il problema è che ieri, prima dell’amichevole di Sydney, invece di firmare una maglia bianconera della Juventus, ha vergato il proprio nome su una casacca rosso fuoco del Manchester United. Un gesto istintivo, immortalato dai fotografi e immediatamente finito sui computer e sui cellulari di tutto il mondo. In un periodo in cui basta uno spiffero da Old Trafford per creare agitazione, vedere il cileno sorridente con la maglia del Manchester United tra le mani ha avuto l’effetto di uno tzunami di mercato per i tifosi juventini.

STALLO E DUBBI – Non è quella, però, la firma che serve a Louis Van Gaal per portare in Inghilterra il guerriero cileno. L’autografo è sì necessario, ma su ben altri documenti. E soprattutto dovrà essere accompagnato da una offerta non inferiore ai 50 milioni. Il potente agente Fernando Felicevich sta lavorando all’affare da mesi. Ma in corso Galileo Ferraris continuano a ripetere che di proposte concrete non ce ne sono. Inviare un fax – o meglio ancora una mail – può essere però una questioni di secondi, ecco perché – nonostante lo stallo attuale e il raffreddamento che filtra da Oltremanica – nessuno si sbilancia sul futuro di Vidal. Futuro che resterà in bilico almeno fino a ferragosto.

A LONDRA – Già, perché a meno di cambi di programma, nei prossimi giorni Felicevich farà rientro in Sud America. A fargli cambiare idea potrebbe essere soltanto una chiamata per Vidal, visto che il grosso del lavoro il procuratore del cileno lo ha svolto nell’ultima settimana. Uno dietro l’altro ha trasferito Isla e Medel (al Qpr e all’Inter) e ieri si è gustato dalle tribune di Wembley il suo assistito Alexis Sanchez, subito vincente con l’Arsenal nel Community Shield contro il Manchester City. A Londra erano riuniti i dirigenti di tutta la Pemier League e di mezzo mondo. Non va escluso un contatto di Felicevich con qualche emissario di Van Gaal

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *