Juve, Morata: «Al Real non ci torno. Chiellini è uno spasso»

TORINO – Alvaro Morata si confessa a ‘El café de La Roja’ ad AS TV. In una lunga intervista l’attaccante della Juve fa il punto sulla sua stagione in bianconero dal ritiro della Nazionale spagnola dove il calciatore è stato convocato per la prima volta: «Tornare al Real Madrid? No, sono felice alla Juve. Non conosco i dettagli della clausola di “recompra”, lo sanno Juanma Lopez e mio padre. Devo solo pensare a ripagare la fiducia che i bianconeri hanno riposto in me e rendere questa stagione la più positiva possibile. L’addio al Real? Ho avuto un’opportunità che non potevo lasciarmi sfuggire perché quando ti chiama una società come la Juve non puoi dire di no ma serve tempo per adattarsi in un nuovo campionato soprattutto per il modo in cui si gioca. Anche se ancora mi mancano delle cose per essere titolare, mi sono adattato abbastanza in fretta all’Italia e al campionato italiano. L’allenamento in Italia? È molto fisico e tattico ma non è vero che la Serie A sia noiosa e difficile da vedere. Il calcio italiano sta crescendo, le squadre con potenziale giocano belle partite, si gioca un po’ di più a calcio. È un campionato molto tattico e rispetto al Real Madrid, dove ero abituato a correre verso la porta e a pressare per recuperare il pallone qui devi stare dietro la palla e ripiegare in difesa insieme al resto della squadra. Dedico un’ora al giorno a video e situazioni al computer per approfondire questo aspetto. Se c’è ancora il morso di Suarez su Chiellini? Lui è fantastico, è il massimo anche fuori dal campo. Pensate che un giorno mi ha portato dal dentista». In chiusura anche una battuta sulla Spagna e sulle assenze di Diego Costa e Fabregas che tanto hanno fatto discutere: «Non so quello che è successo, Mourinho è un duro in tutti i sensi, ha molto carattere e sicuramente avrà fatto pressioni a suo vantaggio».

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.