Juve, il dilemma del biscotto ma Allegri vuole vincere

MALMOE – Un punto e la Juventus è negli ottavi.

Un punto e l’Atletico Madrid è negli ottavi, come

prima del girone. Il rischio che martedì 9 allo Stadium prevalga la voglia di non farsi male e non rischiare esiste. Con un pareggino, infatti,

le s

peranze dell’Olympiacos verrebbero spazzate vie: anche battendo il Malmoe al Pireo, i greci sarebbero fuori, perché la Juventus avrebbe un punto in più.

CUI PRODEST? – Il problema è che se all’Atletico il pareggio – biscottato o al naturale – conviene, alla Juventus mica tanto. E’ vero che la qualificazione agli ottavi è il primo obiettivo stagionale da raggiungere, ma è pure vero che arrivare secondi nel girone significherebbe infilare la mano in un’urna quanto mai spigolosa. Fra le prime già qualificate, infatti, ci sono il Real Madrid, il Bayern Monaco e il Chelsea, più il Borussia Dortmund in via di qualificazione. Ovvero il risch

io che l’agognato gettone del passaggio del turno possa valere solo per un giro in giostra. Per carità, con il secondo posto si può pescare anche il Porto o una fra Leverkusen e Monaco, avversari alla portata della Juventus. E non è detto che il primo posto del girone regali un ottavo morbido, visto che il Barcellona potrebbe arrivare secondo e Allegri ha una sorta di abbonamento ai blaugrana, quasi sempre pescati quando era sulla panchina del Milan.

NIENTE CALCOLI – Ma non è una questione di calcoli sull’urna che condiziona Allegri. Il livornese vorrebbe il primo posto nel girone per una questione di orgoglio e di morale. L’orgoglio è il suo, ferito dalle critiche, giunte dopo la sconfitta di Madrid e quella di Atene. Il morale è quello della squadra che deve far crescere la sua autostima europea. Insomma, niente biscotto per il magrissimo Allegri, che ieri sera ha spiegato: «Al di là di qualsiasi calcolo, io voglio la testa del girone, anche perché in queste prime cinque partite avremmo meritato più dei nove punti che abbiamo».

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.