Juve-Fiorentina: rivalità infinita. E tutto nacque per un 11-0

L’ORIGINE – La rivalità fra le due tifoseria ha origine antiche e la storia sembra divertirsi a rinfrescarla di tanto in tanto. La leggenda narra di un 11-0 inflitto nel 1928 da una Juventus che infierisce contro una squadra che, portata in Serie A per questioni politiche, era piena di dilettanti. E non infierirono solo i giocatori, ma anche un giornale che titolò con ironia tutta toscana: «Firenze, un…dici nulla?». I fiorentini pare che la giurarono alla Juventus proprio quel giorno.

L’EVOLUZIONE – Negli Anni 50 e 60 ci furono in ballo scudetti e una coppa Italia fra i due club, ma nel 1982 la corsa scudetto fu in

cendiata dal testa a testa fra i due club, vinto dalla Juventus e condito da infinite polemiche per decisioni arbitrali. Il passaggio di Baggio dalla Fiorentina alla Juventus nel 1990 provocò una mezza rivoluzione con la città messa a soqquadro e cassonetti incendiati. Proprio in quell’anno, poi, la Juventus batte la Fiorentina nella finale di Coppa Uefa. Lo stesso Baggio, nelle annate successive, venne tacciato da una parte di tifo bianconero di non aver mai smesso di amare la viola (galeotta la sciarpa raccolta al Franchi e quel rigore che non volle tirare). E la rivalità, sempre più accanita, diventò regola tra vergognose derive violente ed esilaranti prese in giro.

OGGI – Giovedì sera Juventus e Fiorentina si ritrovano nella semifinale di Coppa Italia, dopo essersi scontrate l’anno scorso in Europa League. Non sarà una partita normale, non può esserlo fra Juventus e Fiorentina.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.